MASSIMO CARLOTTO E MAURIZIO CAMARDI IL 24 GIUGNO A MIRA

Comune di Mira, Assessorato alla Cultura
Centro di Produzione Teatrale La Piccionaia
Caligola Circolo Culturale
Teatro Villa dei Leoni

UN FIUME DI LIBRI
Festival 23/27 giugno 2021 – 1^ edizione

PENSIONE LISBONA
tratto da “La signora del martedì” (E/O 2020, di Massimo Carlotto)
MASSIMO CARLOTTO & MAURIZIO CAMARDI
Maurizio Camardi (sassofoni, duduk)
Sergio Marchesini (fisarmonica)
Massimo Carlotto (voce narrante)

Giovedì 24 Giugno, ore 21:00
MIRA (VE), Loggia di Villa dei Leoni
(in caso di maltempo Teatro Villa dei Leoni)
Posto unico Euro 10 (solo 100 posti disponibili)
acquisto online su www.vivaticket.com
oppure: prenotazione obbligatoria via WhatsApp a 347.8905167
dal 16 giugno è possibile il pagamento ed il ritiro dei biglietti prenotati presso la Biblioteca
di Mira entro le ore 13:00 del giorno precedente lo spettacolo (tel. 041.5628123)

Massimo Carlotto, scrittore, drammaturgo e saggista, ha pubblicato “Il fuggiasco”, suo primo romanzo, nel 1995, ed in pochi anni è diventato uno dei più popolari giallisti italiani. Ha pubblicato oltre trenta libri e portato in scena in decine di teatri e festival i suoi reading, esplorando attraverso gli strumenti del noir ogni angolo grigio di quei punti di contatto fra politica, economia, mondo degli affari e criminalità più o meno organizzata. “Pensione Lisbona”, il suo nuovo lavoro teatrale, è ispirato al romanzo “La signora del martedì”, pubblicato nel 2020 da Edizioni E/O, suo storico editore. Con questa nuova storia Carlotto va oltre il noir, non prendendo più in esame solo il lato oscuro e criminale della società; scrive invece del dolore e della grande capacità di resistenza degli esclusi, descrivendo i meccanismi attraverso cui una società civile si trasforma in un’arena dove il pubblico reclama lo spettacolo del “diverso” colpevole e del sangue che scorre. Nel reading la sua narrazione trova sostegno nella musica eseguita dal vivo dall’inseparabile sassofonista Maurizio Camardi, già al suo fianco in tutti i suoi più importanti lavori teatrali, e dal fisarmonicista Sergio Marchesini, non nuovo a connubi fra parola e musica. In una bella piazza di una bella città del Nord Italia si affacciano le finestre della Pensione Lisbona, regno incontrastato del signor Alfredo, il proprietario dal passato misterioso e un presente complicato. Il testo racconta le vicissitudini esistenziali e amorose di quest’uomo che indossa abiti maschili solo quando è costretto a uscire, mentre al sicuro, tra le mura della pensione, veste come una matura signora. Ogni camera ha una sua storia e il signor Alfredo le ricorda tutte mentre riflette sul tempo che passa, sulla vecchiaia che si affaccia all’orizzonte, sul corpo che muta e sulle passioni che non si spengono mai.

Share this article

 

News&Events

giugno: 2021
L M M G V S D
« apr   lug »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930