Con Eduardo Savarese e Marcello Tonolo si chiude venerdì 5 luglio Mirano Oltre

Comune di Mirano e Caligola Circolo Culturale
con il contributo di Fondazione Riviera Miranese
in collaborazione con Associazione Buon Vento e Libreria Ubik Mirano

MIRANO OLTRE 2019
libri e musica – X^ edizione
a Giuliano Benetti

venerdì 5 luglio, ore 21.15
EDUARDO SAVARESE
“Le cose di prima”
MARCELLO TONOLO TRIO
“Skrjabin in Jazz”
Marcello Tonolo (piano), Domenico Santaniello (contrabbasso), Mauro Beggio (batteria)

MIRANO (VE), Teatro di Villa Belvedere
ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento posti disponibili (160)

Il terzo ed ultimo appuntamento con la decima edizione di Mirano Oltre (libri & musica), rassegna promossa da Comune di Mirano e Caligola, proporrà venerdì 5 luglio, sempre nel teatro di Villa Belvedere, l’incontro fra lo scrittore napoletano Eduardo Savarese ed il trio del pianista miranese Marcello Tonolo.
Con il suo terzo romanzo, “Le cose di prima” (2018, minimum fax), Eduardo Savarese, non solo scrittore ma anche magistrato e studioso di diritto internazionale, tocca con grande e raffinata sensibilità il tema difficile e sempre attuale della disabilità – ma più in generale della “diversità” – raccontando in una sorta di melodramma diviso in quattro atti la storia di Simone, adolescente colpito da distrofia muscolare.
Dialogherà con lui un affiatato trio jazz guidato dal pianista Marcello Tonolo e completato da Domenico Santaniello, contrabbasso, Mauro Beggio, batteria. Verrà presentato nell’occasione il più recente disco di Tonolo, “Skrjabin in Jazz” (2018, Caligola).

EDUARDO SAVARESE, classe 1979, vive a Napoli, dov’è magistrato e professore di diritto internazionale all’Università degli Studi Parthenope. Inizia scrivendo racconti e viene segnalato nel 2010 al premio Italo Calvino con il romanzo “L’amore assente”, pubblicato nel 2012 da e/o con il titolo di “Non passare per il sangue”. Per lo stesso editore pubblica nel 2014 il romanzo “Le inutili vergogne” e l’anno dopo il saggio–racconto “Lettera di un omosessuale alla Chiesa di Roma”. Tiene un corso di scrittura creativa per diversamente abili presso un’associazione Onlus. La frequentazione del mondo della disabilità confluisce nel suo terzo romanzo, “Le cose di prima”, pubblicato l’estate scorsa da minimum fax. Collabora con i quotidiani Il Corriere del Mezzogiorno e Il Foglio.
Nel romanzo che viene presentato a Mirano Savarese racconta la storia di Simeone, un adolescente colpito da distrofia muscolare. La malattia si rivela in tutte le sue penose limitazioni e in tutti i suoi contrasti – l’inerzia forzata e il desiderio di crescita, il bisogno di essere amato e il decadimento fisico, il peso delle fratture causate ai rapporti familiari – mentre le “cose di prima” appaiono ormai improbabili e quasi esotiche. Sul palcoscenico di quello che viene costruito come un melodramma la madre è il contralto, Pierotta, la ragazza depressa e instabile con cui Simeone duetta il soprano e Filippo, il professore che gli illustra i misteri della fisica quantistica, il baritono. Il grande assente è il tenore, il padre che lo ha abbandonato: è il suo abbraccio che Simeone non smette di rincorrere per sapere se è un disertore o un eroe, e se davvero esistono legami così forti da ridefinire le leggi della fisica.

MARCELLO TONOLO, miranese, classe 1955, docente al Dipartimento Jazz del Conservatorio di Padova, è da almeno trent’anni fra i più importanti ed apprezzati pianisti italiani di jazz. Ha accompagnato musicisti del calibro di Lee Konitz e Chet Baker, Eddie Henderson e Massimo Urbani, Chris Cheek e Andy Sheppard, Rachel Gould e Jim Snidero, solo per fare qualche nome. Ha fondato nel 1987 con Maurizio Caldura la Scuola di Musica T.Monk a Dolo (poi trasferitasi a Mira) ed ha diretto, oltre che numerose piccole formazioni, dal trio al quintetto, due celebri orchestre jazz, prima la Keptorchestra e quindi la Thelonious Monk Big Band – che hanno collaborato con, fra gli altri, Steve Lacy, Joe Lovano e Carla Bley – facendosi apprezzare per le sue qualità di compositore ed arrangiatore.
Accompagnato dal contrabbassista Domenico Santaniello – che come lui vive a Mirano – e dal quotato batterista vicentino Mauro Beggio, fra i più richiesti nell’ultimo ventennio in Italia (ha suonato con Enrico Rava, Marco Tamburini ed Enrico Pieranunzi), presenterà al Teatro di Villa Belvedere la sua più recente produzione discografica, “Skrjabin in Jazz” (2018, Caligola). Nell’album, che ha già ottenuto importanti riconoscimenti in Italia ed all’estero, Tonolo rilegge in chiave jazzistica alcune opere pianistiche del celebre compositore

INFORMAZIONI:
Libreria Ubik Mirano, Piazza Martiri della Libertà 12, 30035 Mirano (Ve), Tel. 041.4355707, mirano@ubiklibri.it, https://www.facebook.com/MiranoOltre/
Caligola Music, Via Nazario Sauro 1/B, 30171 Mestre (Ve), Tel. 335.6101053, info@caligola.it, https://www.facebook.com/caligolamusic/

Share this article

 

News&Events

giugno: 2019
L M M G V S D
« apr    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930