TORNA "MIRANO OLTRE" (LIBRI & MUSICA), DECIMA EDIZIONE

MIRANO OLTRE 2019
libri e musica – X ͣ edizione
a Giuliano Benetti

venerdì 21 giugno
GIULIA CAVALIERE
Romantic Italia
MARCO CASTELLI & PAOLO VIANELLO
Marco Castelli (sax tenore e soprano), Paolo Vianello (pianoforte)

Venerdì 28 giugno
ALBERTO SCHIAVONE
Dolcissima abitudine
MARCELLO BENETTI & ALVISE SEGGI
Alvise Seggi (basso, oud, elettronica), Marcello Benetti (batteria, voce)

Venerdì 5 luglio
EDUARDO SAVARESE
Le cose di prima
MARCELLO TONOLO TRIO
Skrjabin in Jazz
Marcello Tonolo (pianoforte), Domenico Santaniello (contrabbasso), Mauro Beggio (batteria)


MIRANO (VE), Teatro di Villa Belvedere

ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili (160)
inizio spettacoli ore 21.15

Informazioni
:
tel. 041.4355707, mirano@ubiklibri.it, tel. 335.6101053, info@caligola.it, www.facebook.com/caligolamusic/, https://www.facebook.com/MiranoOltre/

Giunge con questa alla decima edizione Mirano Oltre, rassegna promossa da Comune di Mirano e associazione Caligola, con il contributo di Fondazione Riviera Miranese e la collaborazione di Libreria UBIK e associazione Buon Vento. Un traguardo davvero importante e che ci vede impegnati sin d’ora, con l’orgoglio di chi è riuscito a raggiungerlo, a far di tutto per proseguire il fruttuoso cammino sin qui percorso. La manifestazione intende continuare ad affermare la propria originalità, proponendo reading con scrittori, saggisti o poeti, e mettendoli a confronto con musicisti, per lo più improvvisatori. Si tratta quasi sempre di incontri inediti e sfidanti, dove la musica viene messa sullo stesso piano della parola. Abbinamenti mai banali e con un certo margine di rischio, ma che proprio per questo possono riservare gradite sorprese.
Mirano Oltre si tiene quest’anno per la prima volta tutta all’interno del Teatro di Villa Belvedere, abbandonando così i tradizionali spazi all’aperto, Calle Ghirardi su tutti. Siamo certi che uno spazio chiuso, intimo ed accogliente com’è il piccolo teatro miranese, potrà valorizzare ancor meglio i dialoghi intensi e ricchi di sfumature, spesso “senza rete”, proposti dalla rassegna, che conferma così la sua ambizione di andare “oltre”, come recita il suo stesso titolo, oltre ogni nostra abitudine e sicurezza.
Si inizia venerdì 21 giugno con Giulia Cavaliere, giornalista (Rolling Stone Italia, Esquire Italia, Corriere della Sera) e critica musicale (fra le poche in un ambiente a prevalenza maschile), una delle massime esperte di musica popolare italiana, che presenta il suo libro “Romantic Italia” (di cosa parliamo quando parliamo d’amore), pubblicato lo scorso autunno da Minimum Fax, viaggio lungo sessant’anni di canzoni italiane che hanno esplorato, in modi diversi e originali, le molteplici forme dell’amore. Un lungo e vario itinerario musicale dentro la storia, il costume ed i sentimenti italiani. La affianca il collaudato e raffinato duo formato dal sassofonista Marco Castelli e dal pianista Paolo Vianello, musicisti veneziani fra i più originali ed apprezzati anche al di fuori dello stretto ambito jazzistico. La musica, in questo caso sia scritta che suonata, si trova al centro di una serata che coincide con il solstizio d’estate e la Festa della Musica, nata nel 1982 in Francia.
Venerdì 28 giugno è di scena lo scrittore torinese Alberto Schiavone con il suo quinto romanzo, uscito in gennaio per Guanda, “Dolcissima abitudine”, in cui conduce per mano i lettori nella Torino della seconda metà del ‘900, ripercorrendone, attraverso la storia di Rosa, una prostituta, le principali vicende dal secondo dopoguerra ad oggi. Al suo fianco si esibiscono il batterista Marcello Benetti, miranese da qualche anno trapiantato a New Orleans, già altre volte ospite della rassegna, ed il bassista veneziano Alvise Seggi, che in questo caso suona anche l’oud, un liuto mediorientale. Il loro jazz offre pochi punti di riferimento: è imprevedibile, libero e ricco di contaminazioni.
L’ultimo appuntamento, venerdì 5 luglio, ha come protagonista lo scrittore napoletano Eduardo Savarese, magistrato e studioso di diritto internazionale, che presenta il suo terzo romanzo, “Le cose di prima”, pubblicato la scorsa estate da Minimum Fax, sorta di melodramma in quattro atti che racconta la storia di Simone, un adolescente colpito da distrofia muscolare. Con lui, sul palco, il trio del pianista miranese Marcello Tonolo, da oltre trent’anni assoluto protagonista del jazz italiano. Nel suo recente disco, “Skrjabin in Jazz”, Tonolo, affiancato da Domenico Santaniello, contrabbasso, Mauro Beggio, batteria, rilegge in chiave jazzistica alcune opere pianistiche del celebre compositore russo.

Share this article

 

News&Events

giugno: 2019
L M M G V S D
« apr    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930