LA MAGICA POESIA DELL'ALTRO FADO DI LULA PENA

CANDIANI GROOVE 2018


LULA PENA
“Archivio pittoresco”
Lula Pena (voce, chitarra acustica)

sabato 3 febbraio, ore 21.00
Mestre (Ve), auditorium Centro Culturale Candiani
Piazzale L.Candiani 7, 4° piano (info e biglietteria, tel. 041.2386126)

ingresso unico : intero 10 euro, ridotto 7 euro
(riduzioni per Candiani Card, Cinemapiù, IMG Card, soci Caligola, studenti)
ridotto speciale per giovani fino a 29 anni (posti limitati) 3 euro

Si esibisce quasi sempre da sola, forte di una voce roca e profonda, accompagnata dalla sua fedele chitarra acustica, che suona più che bene e con uno stile molto personale. Lula Pena sa emozionare per la sua sensibilità mesmerica. Cantautrice e poetessa di Lisbona, classe 1974, esordisce nel lontano 1998 con «Phados». Torna nel 2010, dopo dodici anni di silenzio, con «Troubadour», che accresce la sua fama anche al di fuori dei confini nazionali. Entra nel circuito “world” grazie ad uno showcase tenuto nel 2014 al Womex Festival, dove ritorna, ma sul palco principale, nel 2016; nello stesso anno approda anche al Premio Tenco. Apre quindi il 2017 nel blasonato cartellone del festival Celtic Connections, a Glasgow, per presentare il suo nuovo album, «Archivo Pittoresco», uscito proprio in quei giorni.
Dici Portogallo e immagini subito il fado: niente di più inesatto nel caso di quest’artista, che poco ha che fare con le nuove dive del canto urbano lusitano, che è partita dal fado per andare oltre al fado, consegnando al nuovo secolo la sua musica nostalgica con una sensibilità poetica spoglia, disadorna, e per questo contemporanea. Il fado, se è presente, rimane sullo sfondo, giusto per dare un appiglio all’ascoltatore.
Chi ha la fortuna di ascoltare Lula Pena dal vivo, viene rapito dal suo suonare come in trance, accompagnata dalla sola chitarra; nei suoi concerti la stessa forma canzone si scioglie nel “continuum” di un discorso che pare ininterrotto. Ogni brano scorre e sfuma in quello successivo. L’ultimo suo lavoro, «Archivo Pittoresco», appare come uno “stream of consciousness” per chitarra e voce, estraneo a qualunque regola e parametro, anche della “world music”, cui spesso viene associata. Compaiono echi francesi, americani, sardi (No potho reposare), del Mediterraneo e di un qualche passato forse mai esistito. La sua è una delle voci più conturbanti dell’odierna scena musicale, ammirata, tra gli altri, da Caetano Veloso e Rodrigo Leao.

INFORMAZIONI : biglietti in vendita presso la biglietteria del Centro Culturale Candiani, e online sui siti www.biglietto.it, www.culturavenezia.it/candiani; diritto di prevendita 1 euro. Orari di biglietteria: martedì e giovedì 10.00–12.00, 16.00–18.00; mercoledì e venerdì 10.00–12.00; sabato 16.00–20.00; in occasione dei concerti da 2 ore prima dell’inizio, presso il Centro, tel. 041.2386126, candiani@comune.venezia.it; info@caligola.it; Caligola cell. 335.6101053 / 349.3534033, facebook.com/Centro.Culturale.Candiani, facebook.com/caligolamusic

 

 

Share this article

 

News&Events

gennaio: 2018
L M M G V S D
« dic   feb »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031