PASSATO E FUTURO DEL JAZZ, IN BILICO FRA AMERICA ED EUROPA

CANDIANI GROOVE 2017
novembre/dicembre

.

FILIPPO VIGNATO QUARTET
“Harvesting minds”
Filippo Vignato (trombone), Giovanni Guidi (pianoforte),
Mattia Magatelli (contrabbasso), Attils Gyarfas (percussioni)
Martedì 28 novembre, ore 21.00

Davvero un supergruppo quello allestito per il suo secondo album dal leader dal trombonista Filippo Vignato, nato a Thiene ma veneziano d’adozione, «Harvesting minds», pubblicato il mese scorso dalla prestigiosa etichetta Cam Jazz. Al suo debutto discografico – non a proprio nome, visto che il giovane jazzista vantava già un invidiabile curriculum concertistico e discografico – con «Plastic breath» (Auand Records) era riuscito a vincere il Top Jazz 2016 della rivista Musica Jazz come miglior nuovo talento del jazz italiano. Le atmosfere elettriche dell’album d’esordio sono solo apparentemente distanti dai suoni più asciutti ed acustici di «Harvesting Minds»: nel passaggio tra le due opere emergono la nitida visione musicale e la personalità di Vignato che, insieme al suo talento per la composizione, tracciano un percorso coerente ed in costante evoluzione. Lo assecondano nella migliore maniera in questa recentissima incisione gli altrettanto giovani talenti del pianista Giovanni Guidi – jazzista già affermato che non ha certo bisogno di presentazioni – del contrabbassista lombardo Mattia Magatelli e dal batterista ungherese Attila Gyarfas, classe 1990 ma già musicista di primo piano del panorama jazzistico europeo.
.
.
.

HUMAN FEEL
“Party favor”
Chris Speed (sax tenore, clarinetto), Andrew D’Angelo (sax contralto),
Kurt Rosenwinkel (chitarra elettrica), Jim Black (batteria, sampler)
Mercoledì 6 dicembre, ore 21.00

Passerà anche per Mestre l’atteso nuovo tour europeo di uno dei più interessanti gruppi della scena jazzistica newyorkese degli ultimi vent’anni. Quelle che un tempo erano solo giovani promesse, sono oggi realtà ormai consolidate del jazz internazionale, veri e propri fuoriclasse dei rispettivi strumenti, primo fra tutti Rosenwinkel. La band, che festeggia nel 2017 i trent’anni di attività, è stata fondata nel 1987 a Boston da tre giovani studenti di Seattle, Andrew D’Angelo, Chris Speed e Jim Black. Al trio si è quindi aggiunto nel 1990 Kurt Rosenwinkel, allora astro nascente della chitarra jazz.
Il consolidamento della formazione avviene quando i suoi componenti si trasferiscono a New York. Per la verità Speed D’Angelo e Black si muovono soprattutto nella scena musicale più legata all’avanguardia della Downtown, che ha come centro la celebre Knitting Factory, mentre Rosenwinkel frequenta anche musicisti che suonano un “modern bop” più fedele alla tradizione, come Joshua Redman e Brad Mehldau, suonando spesso allo Smalls. Ma proprio questa è la principale caratteristica di Human Feel: infischiarsene delle divisioni di genere, per muoversi liberamente sui più diversi territori musicali, aiutati da un’originale e non comune creatività.
Oggi Human Fell si mantiene fedele al jazz di ricerca, pur essendone già diventato parte della storia. Sotto la perentoria conduzione ritmica di Jim Black e le sottolineature armoniche della chitarra di Kurt Rosenwinkel, le ance di Andrew D’Angelo e Chris Speed procedono prevalentemente appaiati con un serrato dialogo di voci in qualche modo complementari: scintillante e luciferina quella del contraltista, grufolante e sorniona quella del tenorista. Un empatico e magico “interplay”, necessario a corroborare la personale dinamica ed espressività melodica del gruppo. Human Feel è rimasto sin qui lo stesso identico quartetto, caso più unico che raro nel mondo del jazz, dove i gruppi faticano a durare più di un quinquennio. Il segreto sta forse nell’episodicità delle loro riunioni, che consente a ciascuno di sviluppare autonomamente i propri progetti. L’ultimo loro lavoro discografico è un Ep pubblicato nel 2016, «Party favor», dopo cinque album e molti anni di silenzio alle spalle.

Ingresso unico:
concerto del 28 novembre intero 8 euro, ridotto 5 euro;
concerto del 6 dicembre intero 10 euro, ridotto 7 euro;
riduzioni per Candiani Card, Cinemapiù, IMG Card, soci Caligola, studenti;
ridotto speciale per giovani fino a 29 anni (posti limitati) 3 euro.

Mestre (Ve), auditorium del Centro Culturale Candiani
Piazzale L.Candiani 7, 4° piano (info e biglietteria, tel. 041.2386126)

INFORMAZIONI
Biglietti in vendita c/o la biglietteria del Centro Culturale Candiani, e online sui siti www.culturavenezia.it/candiani, www.biglietto.it; diritto di prevendita 1 euro. Orari di biglietteria: martedì e giovedì 10.00–12.00, 16.00–18.00; mercoledì e venerdì 10.00–12.00; sabato 16.00–20.00; in occasione dei concerti da 2 ore prima dell’inizio, presso il Centro, tel. 041.2386126, candiani@comune.venezia.it; Caligola cell. 335.6101053 / 349.3534033, info@caligola.it; facebook.com/Centro.Culturale.Candiani, facebook.com/caligolamusic.

Share this article

 

News&Events

novembre: 2017
L M M G V S D
« ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930