CANDIANI GROOVE GIUGNO 2016 

Giovedì 16 giugno, ore 21.00

Venice Connection Quartet
Acrilico
Tommaso Troncon (sax tenore e soprano)
Paolo Garbin (pianoforte)
Vincenzo della Malva (contrabbasso)
Enrico Smiderle (batteria)

Claudio Cojaniz
Stride vol. 1 e vol. 2
Claudio Cojaniz (pianoforte)

ingresso : intero € 5
ridotto speciale per giovani fino ai 29 anni € 3

MESTRE (VE), Auditorium del Centro Culturale Candiani
Piazzale Candiani, 4° piano, apertura porte ore 20.30

ACQUISTA IL TUO BIGLIETTO QUI

Informazioni
Centro Culturale Candiani, tel. 041.2386126, candiani.comune.venezia.it
Profilo Facebook: facebook.com/Centro.Culturale.Candiani
Caligola, cell. 340.3829357 – 335.6101053, fax 041.962205, www.caligola.it – info@caligola.it
Facebook: facebook.com/pages/Caligola-Circolo-Culturale/198558337034

Prevendite
Biglietti acquistabili presso la biglietteria del Centro Culturale Candiani 041.2386126
e online sui siti candiani.comune.venezia.it e www.biglietto.it.

La biglietteria è aperta con il seguente orario:
martedì e giovedì 10.00-12.00 e 16.00-18.00; mercoledì e venerdì 10.00-12.00; nei giorni dei concerti prima dello spettacolo

Dopo l’appuntamento del 9 giugno, “Candiani Groove” propone il giovedì successivo, 16 giugno, un altro doppio concerto, che presenta le esibizioni di un giovane gruppo veneto, il Venice Connection Quartet, nato all’interno del Dipartimento Jazz del Conservatorio F.Venezze, e del più celebre pianista friulano Claudio Cojaniz, che si esibisce in completa solitudine, forse la formula concertistica da lui preferita.
Il Venice Connection Quartet presenta nell’occasione il suo primo album, “Acrilico”, lavoro legato alla tradizione bop e modale, ma allo stesso tempo fresco ed originale, cui ha partecipato come ospite, in quattro dei sette brani registrati, l’indimenticato trombettista Marco Tamburini. Tommaso Troncon, sassofonista trevigiano stabilitosi a Berlino, Paolo Garbin ed Enrico Smiderle, di Rovigo, il contrabbassista veneziano Vincenzo della Malva, pur con solo tre anni di attività alle spalle hanno già messo a punto un repertorio che privilegia le composizioni originali rispetto agli standard.
La stessa sera sarà di scena anche Claudio Cojaniz, da oltre trent’anni musicista di punta del jazz italiano, passato dall’avanguardia radicale ad una dimensione pianistica più lirica e suggestiva. Viene presentato nell’occasione il suo nuovo disco di piano–solo, “Stride vol. 2”, che prosegue il minuzioso e personale lavoro di rilettura della grande tradizione del pianoforte jazz – dal ragtime ad Abdullah Ibrahim, passando attraverso Thelonious Monk – iniziata due anni or sono con l’ancora attualissimo “Stride vol. 1”. Il nuovo lavoro di Cojaniz si presenta come il naturale proseguimento del precedente, e non sarà probabilmente l’ultima tappa di questa interessante e suggestiva rivisitazione della storia della musica afroamericana.

Il disco nel nostro shop

 

Il disco nel nostro shop

Share this article

 

News&Events

maggio: 2016
L M M G V S D
« apr   giu »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031