Candiani Groove 2016

Domenica 24 gennaio, ore 18.00

JAZZ AT CONSERVATORY

Marcello Tonolo ed il Dipartimento Jazz del
Conservatorio Cesare Pollini di Padova

Ensemble di docenti ed allievi

Alfonso Deidda (sassofoni)
Daniele Santimone (chitarra)
Marcello Tonolo (pianoforte)

Ludovico Rinco (tromba)
Giacomo Gasparotti (sax contralto)
Lorenzo De Luca (sax tenore)
Antonio Scalera (basso elettrico)
Simone Coppiello (batteria)

Ingresso: intero € 5
ridotto speciale per giovani fino ai 29 anni (posti limitati) € 3

MESTRE (VE), Auditorium del Centro Culturale Candiani
P.le Candiani, 4° piano

Informazioni
Centro Culturale Candiani, tel. 041.2386126, candiani.comune.venezia.it
Profilo Facebook: facebook.com/Centro.Culturale.Candiani
Caligola, cell. 340.3829357 – 335.6101053, fax 041.962205, www.caligola.it – info@caligola.it
Facebook: facebook.com/pages/Caligola-Circolo-Culturale/198558337034

Prevendite
Biglietti acquistabili presso la biglietteria del Centro Culturale Candiani 041.2386126
e online sui siti candiani.comune.venezia.it e www.biglietto.it.

La biglietteria è aperta con il seguente orario:
martedì e giovedì 10.00-12.00 e 16.00-18.00; mercoledì e venerdì 10.00-12.00; nei giorni dei concerti prima dello spettacolo

Entrato in sordina nei Conservatori italiani come insegnamento sperimentale – ma già Giorgio Gaslini aveva rotto il ghiaccio, sfidando le istituzioni musicali accademiche, a cavallo fra gli anni ’70 ed ’80 – il jazz è diventato da qualche anno corso di laurea ministeriale, aumentando così il suo potere d’attrazione nei confronti dei giovani musicisti. Il Veneto rappresenta in questo contesto un’isola felice: tutti i suoi sette conservatori ospitano infatti un Dipartimento di Jazz, contendendosi così i potenziali studenti in un’area geografica abbastanza ristretta.

Una rassegna che, come “Candiani Groove”, ha proprio nel jazz uno dei suoi principali terreni d’azione, non poteva non confrontarsi prima o poi con questa nuova e vivace realtà. Si è così voluto offrire uno spazio concertistico ed una vetrina, per far conoscere la propria realtà, a ciascuno dei conservatori della nostra regione.

Aprirà questo interessante excursus nel settore della didattica musicale il Cesare Pollini di Padova, il cui Dipartimento Jazz viene coordinato, sin dalla sua costituzione, risalente al 2007, da Marcello Tonolo, pianista ben noto agli appassionati, non solo veneti, e che guiderà per l’occasione un ensemble misto, formato da tre docenti – suonano infatti con lui il plurisassofonista Alfonso Deidda ed il chitarrista Daniele Santimone – e cinque fra i migliori studenti del Dipartimento, musicisti giovani e promettenti, già molto attivi sulla scena jazzistica veneta.

Marcello Tonolo, miranese, classe 1955,  è con il fratello Pietro, sassofonista, da almeno un trentennio fra i più apprezzati esponenti del jazz italiano, pianista solido ed originale, che ha accompagnato molti maestri d’oltreoceano, da Chet Baker a Sal Nistico, da Jim Snidero a Lee Konitz. Ha collaborato e registrato attivamente con Marco Tamburini e Rachel Gould, Gianni Cazzola e Pietro Tonolo, Paul Jeffrey e Eddie Henderson. E’ stato tra i fondatori e principali animatori della Keptorchestra, big–band che ha inciso con Steve Lacy e Joe Lovano, ed ha guidato come leader molti gruppi, dal trio al quintetto Music on Poetry, dalla Thelonious Monk Big Band al quartetto con Chris Cheek. Ha dedicato molte energie anche alla composizione, all’arrangiamento ed alla didattica, fondando con il sassofonista Maurizio Caldura nel 1988 a Dolo la scuola Thelonious Monk, ed insegnando, da circa un decennio, nei conservatori di Trieste, Rovigo e Padova, dove dal 2007 coordina come responsabile un sempre più importante Dipartimento Jazz.

Alfonso Deidda, salernitano, classe 1970, è cresciuto in una famiglia di musicisti, mettendo a frutto, insieme ai fratelli Sandro, anche lui sassofonista, e Dario, straordinario bassista, i preziosi insegnamenti del padre Franco, indimenticato pianista. Vincitore di importanti concorsi, e richiestissimo session–man, Alfonso ha firmato il primo disco da leader nel 2004, diplomandosi con la lode in musica jazz nel 2005 al Conservatorio di Napoli. Insegna oggi nei conservatori di Padova e di Udine, ed ha da poco pubblicato il suo terzo lavoro solistico, «Lucky man», affiancato da Fabrizio Bosso alla tromba.

Daniele Santimone, ferrarese, classe 1975, fratello di Alfonso, pianista, anche lui noto esponente del jazz contemporaneo italiano, ha studiato al Berklee College di Boston ed ha quindi collaborato con molti importanti protagonisti del nostro jazz, fra cui Ares Tavolazzi, Giulio Capiozzo e Marco Tamburini, completando i suoi studi al Conservatorio F.Venezze di Rovigo. Chitarrista duttile e personale, ha collezionato molte gratificanti esperienze professionali, anche nel campo della musica pop e d’autore, a fianco di artisti come Mario Biondi, Patrizia Laquidara e Gianmaria Testa. Insegna al Pollini di Padova dal 2011.

Share this article

 

News&Events

gennaio: 2016
L M M G V S D
« dic   feb »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031