Comune di Venezia, Direzione Attività Culturali e Turismo
Centro Culturale Candiani
Caligola Circolo Culturale

CANDIANI GROOVE
Maggio 2015

giovedì 28 maggio, ore 21.00
VIEUX FARKA TOURé
Vieux Farka Toure,chitarra, voce
Valery Assouan, basso
Tim Keiper, batteria, percussioni
ingresso: intero 10 euro – ridotto* 7 euro

ACQUISTA QUI

*

Mestre (Ve), Centro Culturale Candiani
Piazzale Candiani 7
Auditorium quarto piano
Inizio concerti ore 21.00

Informazioni
Centro Culturale Candiani, tel. 041.2386126, candiani.comune.venezia.it
Profilo Facebook: facebook.com/Centro.Culturale.Candiani
Caligola, cell. 340.3829357 – 335.6101053, fax 041.962205, www.caligola.it – info@caligola.it
Facebook: facebook.com/pages/Caligola-Circolo-Culturale/198558337034

Prevendite
Biglietti acquistabili presso la biglietteria del Centro Culturale Candiani 041.2386126
e online sui siti candiani.comune.venezia.it e www.biglietto.it. La biglietteria è aperta con il seguente orario: martedì-domenica 16.00/ 20.00 fino alle 22.00 in occasione di spettacoli. Giorno di chiusura: lunedì.

Riduzioni per possessori Candiani Card e Carta Cinemapiù, IMG Card, Associazione Caligola, studenti

Riduzioni per i possessori di JAZZIT card: info qui http://www.jazzit.it/jazzit-card-convenzioni.html

Esistono artisti capaci di dimostrare che essere figli d’arte non è una forzatura, bensì un valore aggiunto: Vieux Farka Touré, erede del leggendario cantautore, polistrumentista e bluesman maliano Ali Farka Touré (“il DNA del blues”, l’ha definito Martin Scorsese), ne è un esempio. Nato in Mali, nel 1981, Vieux non sembrava destinato alla carriera musicale, e quando, ancora adolescente, manifestò la volontà di diventare musicista, incontro la strenua opposizione del padre, ancora memore delle difficoltà vissute all’inizio della sua carriera professionale. Grazie all’intervento di un musicista virtuoso come Toumani Diabaté, che percepì subito il suo non comune talento, Vieux riuscì a convincere il padre a non farlo entrare nell’esercito e ad assecondare le sue legittime aspirazioni.

Sulla scia del genitore, secondo cui il blues è “rami e foglie di un albero le cui radici affondano in Africa”, Vieux esprime un’idea ancor più radicale: le origini sahariane possono essere ritrovate anche nelle esibizioni delle “jam band”, come succede nel dub giamaicano. La sua musica, libera ed energica allo stesso tempo, è riuscita a mescolare progressivamente, con gli album “Vieux Farka Touré” (2007), “Fondo” (2009) e “The Secret” (2011), il rispetto per la tradizione Songhai (gruppo etnico di cui fa parte) con l’eredità dello stile chitarristico del padre, molto vicino al blues. Ha ostinatamente ricercato sempre nuove soluzioni negli arrangiamenti dei brani (anche grazie all’uso di strumenti occidentali), cercando di assimilare le sonorità ed il linguaggio del rock, del funky e del reggae, ma anche introducendo elementi latini ed influenze di altre culture africane.

Quello che ci propone Vieux Farka Touré è un mirabile mix di tradizione e innovazione, che l’ha fatto diventare artista apprezzato e maturo a dispetto della giovane età, chitarrista abile e completo, dalle stile ipnotico, qualche volta ai limiti del misticismo, ma anche originale cantante e soprattutto musicista completo

Con il suo forte carisma e sorriso contagioso sa catturare il pubblico, ma riesce nel contempo ad affrontare tematiche più intime e profonde. La bellezza e l’antica cultura del Mali, terra pacifica e tollerante, vengono esaltate in “Mon Pays” (2013), ma vengono denunciati con la stessa forza il saccheggio culturale, la brutalità dei conflitti e gli attacchi terroristici, ricordando quanto il potere dell’arte e della fratellanza possa riuscire ad unire piuttosto che dividere. E’ questo il filo conduttore del suo ultimo album, “The Paris Session” (2014). Da qualche mese l’infaticabile Vieux Farka Touré, artista eclettico e curioso, che ama le nuove sfide, sta già lavorando al nuovo album (“Touristes”). Una cosa è certa: il giovane musicista è ormai riuscito a liberarsi dalla lunga ombra del padre, creandosi una dimensione musicale originale e subito riconoscibile.

Share this article