Comune di Venezia, Direzione Attività Culturali e Turismo
Centro Culturale Candiani
Caligola Circolo Culturale

“Candiani Groove”
Gennaio 2015

sabato 31 gennaio, ore 21.00

RICCARDO SINIGALLIA
Per tutti

Riccardo Sinigallia voce, chitarra acustica, elettronica
Andrea Pesce pianoforte, sintetizzatori
Daniele Sinigallia chitarra elettrica
Francesco Valente chitarra e mandolino
Laura Arzilli basso, voce
Ivo Parlati batteria
Fabrizio Romagnoli mix

ingresso: intero € 10, ridotto € 7, GaT € 2,50

ACQUISTA IL BIGLIETTO QUI

AUDITORIUM CENTRO CULTURALE CANDIANI
Piazzale Candiani 7 – MESTRE (VENEZIA)

Informazioni
Centro Culturale Candiani, tel. 041.2386126, candiani.comune.venezia.it
Profilo Facebook: facebook.com/Centro.Culturale.Candiani
Caligola, cell. 340.3829357 – 335.6101053, fax 041.962205, www.caligola.it – info@caligola.it
Facebook: facebook.com/pages/Caligola-Circolo-Culturale/198558337034

Prevendite
Circuito biglietto.it acquistabile presso la biglietteria del Centro Culturale Candiani 041.2386126
e online sui siti candiani.comune.venezia.it e www.biglietto.it. La biglietteria è aperta con il seguente orario: martedì-domenica 16.00/ 20.00 fino alle 22.00 in occasione di spettacoli. Giorno di chiusura: lunedì.

Riduzioni per possessori Candiani Card e Carta Cinemapiù, IMG Card, Associazione Caligola, studenti

 GaT – Giovani a Teatro 2,50 www.giovaniateatro.it

Riduzioni per i possessori di JAZZIT card: info qui http://www.jazzit.it/jazzit-card-convenzioni.html

Musicista e cantautore romano, inizia a scrivere canzoni già dodicenne. Alla fine degli anni ’80 comincia già a farsi notare nell’ambiente underground capitolino. Ma la svolta professionale arriva con la nascita del gruppo “10 PM Band”, formazione che annovera anche Emanuele Brignola, Niccolò Fabi, Costantino Ladisa, Aidan Zammit e Francesco Zampaglione. Nel gruppo, che nel frattempo cambia nome in “6 Suoi Ex”, comincia a presentare canzoni inedite, scrive, suona e canta per quattro anni nei centri sociali e nei club, fino al suo scioglimento, avvenuto nel 1993.

Da qui, insieme al fratello Daniele Sinigallia, comincia un proficuo percorso di passione e ricerca per il rapporto tra musica e testo, tra leggerezza e sperimentazione, tra armonia ed elettronica, tra melodramma e punk. Nel 1994 inizia a collaborare con Niccolò Fabi, di cui produce ed arrangia con il fratello Daniele i primi due dischi, e per cui scriverà in seguito molte canzoni famose. Nel 1997 lavora quindi all’album «La favola di Adamo e Eva» di Max Gazzè e nello stesso periodo scrive per Frankie Hi–nrg mc Quelli che ben pensano. Ne dirige anche il videoclip, e fa lo stesso per i Tiromancino, che produce, contribuendo in modo determinante al loro successo. Nel 1999 partecipa attivamente con altri artisti, fra cui Ice One, Dj Stile e Zampaglione, al progetto “La Comitiva”, con cui pubblica l’album «Medicina buona». Il primo disco da solista arriva finalmente nel 2003, «Riccardo Sinigallia», anticipato dal singolo Bellamore. Il debutto come solista guadagna le meritate attenzioni della critica specializzata, anche se non vi è ancora il grande successo di pubblico che Riccardo avrebbe meritato. Nel 2004 partecipa comunque al concerto del 1° Maggio e l’anno dopo duetta con Marina Rei al Festival di Sanremo (Fammi entrare). Il secondo lavoro da solista arriva tre anni dopo, nel 2006, «Incontri a metà strada», grazie al quale sembra finalmente conquistarsi un proprio spazio nel panorama della canzone d’autore italiana. Nel 2008 produce e canta con Luca Carboni il disco di cover «Musiche ribelli». Nel 2012 è parte vitale dei “Deproducers” con cui pubblica l’album  «Planetario» (musica per conferenze spaziali). Sempre nello stesso anno scrive de interpreta con l’attore Valerio Mastrandrea per Marina Rei la canzone Che male c’è, che la cantante inserisce nell’album «La conseguenza naturale dell’errore».

Nel 2014 vengono quindi selezionate dal Festival di Sanremo due sue canzoni, Prima di andare via e Una rigenerazione, scritte con Filippo Gatti, ma viene poi escluso dal festival per aver cantato Prima di andare via ad un concerto di beneficienza prima di Sanremo. Entrambe le canzoni vengono comunque inserite nel suo terzo disco da solista, «Per tutti», che esce proprio in quei giorni. Viene quindi invitato per la terza volta al concertone romano del 1° Maggio. Riccardo Sinigallia realizza ancora con i Deproducers le colonne sonore dei film «La vita oscena», di Renato De Maria, e «Italy in a day» di Gabriele Salvatores, presentati entrambi all’ultima Mostra del Cinema di Venezia. Il brano singolo Just One Day, da lui stesso interpretato, riceve il premio di Assomusica. Lo scorso novembre chiude quattro puntate consecutive della trasmissione «Che fuori tempo che fa» di Fabio Fazio, il sabato sera su Rai Tre.

Riportiamo un estratto della recensione del concerto tenuto da Sinigallia lo scorso 3 dicembre al Parco della Musica di Roma, scritta dal critico Luigi Magni per il mensile «Blow Up» (gennaio 2015).

“… Platea gremita, e band in stato di grazia, arricchita da ospiti e sodali artistici hanno reso la serata memorabile. La cosa che sorprende di più è come le canzoni dei suoi tre album siano diventate, benché stilisticamente molto diverse se ascoltate nelle versioni da studio, parte di un affresco sonoro unico. Merito dei musicisti, senza dubbio (bravissima Laura Arzilli, anche nelle armonizzazioni vocali), e del puntiglioso Sinigallia che ha rivisto arrangiamenti e calibrato con grande equilibrio i vuoti ed i pieni che circondano la sua voce. Le emozioni arrivano a ondate, si rovesciano sulla platea e tornano sul palco. Io e Franchino, canzone dell’ultimo disco dedicata al suo rapporto con Francesco Zampaglione è pura meraviglia sospesa. Le ragioni personali, sempre da «Per tutti», accoglie sul palco il suo co–autore, Filippo Gatti, in un duetto che commuove. Arriva quindi con la title–track la prima grande scossa elettrica, verrebbe voglia di alzarsi e piombare sotto il palco …  Il pubblico accompagna cantando quella Drescrizione di un attimo (Tiromancino) che è un vero spartiacque di quella “nuova scuola romana” che negli anni ‘90 lasciava intravedere un futuro per la canzone d’autore … Il bis propone poi una delle storie più belle, cantata da tutti, sopra e sotto il palco: Una rigenerazione (altro capolavoro scritto insieme a Filippo Gatti) è forse la maniera migliore e la metafora più azzeccata per concludere un concerto nel quale Riccardo e la sua città si sono finalmente trovati e riabbracciati. Non sarà ancora un numero uno, e forse non gli interessa davvero esserlo, ma la sua musica comincia davvero ad essere Per tutti. Era ora.”

Share this article

 

News&Events

gennaio: 2015
L M M G V S D
« dic   feb »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031