Comune di Venezia, Assessorato alle Attività Culturali
Centro Culturale Candiani
Caligola Circolo Culturale

“Candiani Groove”
Autunno 2014

domenica 26 ottobre, inizio ore 18.00 – unica data in Veneto

VINCENT PEIRANI fisarmonica solo

posto unico : € 8 intero, € 5 ridotto; GaT 2,50 euro

ACQUISTA IL BIGLIETTO QUI

PARTECIPA ALL’EVENTO FACEBOOK

AUDITORIUM CENTRO CULTURALE CANDIANI
Piazzale Candiani 7 – MESTRE (VENEZIA)

Informazioni
Centro Culturale Candiani, tel. 041.2386126, candiani.comune.venezia.it
Profilo Facebook: facebook.com/Centro.Culturale.Candiani
Caligola, cell. 340.3829357 – 335.6101053, fax 041.962205, www.caligola.it – info@caligola.it
Profilo Facebook: facebook.com/caligola.circolo ; pagina fan: facebook.com/pages/Caligola-Circolo-Culturale/198558337034

Prevendite
Circuito biglietto.it acquistabile presso la biglietteria del Centro Culturale Candiani 041.2386126
e online sui siti candiani.comune.venezia.it e www.biglietto.it. La biglietteria è aperta con il seguente orario: martedì-domenica 15.30/ 19.30 fino alle 22.00 in occasione di spettacoli. Giorno di chiusura: lunedì.

Riduzioni per possessori Candiani Card e Carta Cinemapiù, IMG Card, Associazione Caligola, studenti

GaT – Giovani a Teatro 2,50 www.giovaniateatro.it

Riduzioni per i possessori di JAZZIT card: info qui http://www.jazzit.it/jazzit-card-convenzioni.html

*

I SUGGESTIVI RACCONTI DELLA FISARMONICA DI VINCENT PEIRANI RIAPRONO LA STAGIONE DI CANDIANI GROOVE A MESTRE
Nativo di Nizza, come Richard Galliano, sembra sin qui l’unico in grado di raccogliere la pesante eredità del suo popolare maestro

Da tempo la fisarmonica è entrata nel novero degli strumenti del jazz, e le sue declinazioni si stanno moltiplicando e mescolando tra musica classica, improvvisata, folk, etnica. Non tutti i fisarmonicisti sono però in grado di affrontare la difficile sfida del concerto in completa solitudine. Uno di questi, ancor oggi insuperato, è senza dubbio Richard Galliano. Sulla sua scia, sta guadagnando rapidamente credito un suo giovane concittadino, Vincent Peirani (Nizza, 1980), vero e proprio talento, in grado di coniugare generi e suggestioni con la sapienza di un veterano, ma soprattutto con una profondità ed un lirismo che colpiscono nel segno. Sarà lui il protagonista di quest’unica data in Veneto, domenica 26 ottobre alle 18.00.

Peirani, dopo aver affiancato al clarinetto la fisarmonica, in ambito classico, ha optato per quest’ultimo strumento, forse suggestionato dall’idea di aver fra le mani una sorta di “orchestra portatile”. Si è quindi dedicato allo studio dell’improvvisazione jazzistica, ed è stato il primo fisarmonicista ad entrare nella classe di jazz del Conservatorio di Parigi. Nell’ultimo decennio, pur ancora relativamente giovane, il fisarmonicista nizzardo ha ottenuto un gran numero di riconoscimenti ma fra tutti, l’ultimo, il Premio Django Reinhardt come miglior musicista francese del 2013, conferitogli dall’Académie du Jazz, è senza dubbio il più prestigioso. Sempre nel 2013 è stato nominato jazzista dell’anno dalla rivista specializzata Jazzman/Jazz Magazine.

Non ci si deve quindi stupire se il Nostro ha collaborato in questi anni con molti dei migliori jazzisti francesi, da Marcel Azzolla a Michel Benita, da Domenique Pifarely a Michel Portal, da Henri Texier a Louis Sclavis, ma anche con Ulf Wakenius, Daniel Humair, Lars Danielsson e Renaud Garcia Fons. Senza sottrarsi alle numerose ed importanti collaborazioni, Vincent Peirani non ha mai trascurato i suoi progetti discografici, dal solo, intitolato «L’ébruiteur”, al duo con Vincent Lê Quang  («Gunung Sebatu», 2009), dal quintetto elettrico di «Living Being»  al duo con il chitarrista Ulf Wakenius, fino al recentissimo «Thrill Box», pubblicato nel 2013 dalla prestigiosa Act. In quest’ultimo riuscito lavoro, riuscita sintesi di tutte le sue precedenti esperienze musicali, Peirani mette insieme le molte potenzialità sonore della fisarmonica, giovandosi del prezioso apporto di Michael Wollny, pianoforte, Michel Benita, contrabbasso, ma soprattutto di Michel Portal al clarinetto basso, presente come ospite insieme ad Emile Parisien, sax soprano. Proprio con quest’ultimo il giovane fisarmonicista sta lavorando al suo prossimo album, ancora in duo, di imminente pubblicazione. Più di recente, il suo lavoro si è spinto verso collaborazioni con Richard Bona e la cantante Youn Sun Nah, ma anche con il cantante pop Stromae. A giugno 2014 ha vinto il premio Victoire du Jazz nella categoria ‘Artista dell’anno’ (Premio Frank Ténot).

Share this article