Associazione Culturale Buon Vento e Circolo Culturale Caligola
Libreria Mondadori Mirano e Banca di Credito Cooperativo Santo Stefano
con il Patrocinio del Comune di Mirano

MIRANO OLTRE
libri & musica 2014
VI^ edizione

Martedì 22 luglio
Calle Ghirardi
dedicato al PORTOGALLO
LULA PENA post fado
letture a cura di Simonetta Masin

*

Terzo appuntamento della rassegna “Mirano Oltre – Libri & Musica”, martedì 22 luglio presso Calle Ghirardi (ore 21.15): ospite la cantautrice portoghese Lula Pena. Con appena due dischi alle spalle, “Phados” (1998) che ha segnato il suo debutto, e “Troubadour” (2010), propone un genere definibile come post-fado e consegna al nuovo millennio una musica nostalgica, intonata da una voce roca e profonda da contralto, che denota una sensibilità poetica spoglia e disadorna e, per questo, contemporanea.
Nata a Lisbona, vissuta tra Bruxelles e Barcellona ma ora stabilitasi definitivamente in madrepatria, è approdata alla tradizione della sua terra d’origine dopo un lungo percorso di ricerca, che l’ha imposta come personalità del tutto originale nel mondo della world music di oggi. Durante la sua breve ma intensa carriera ha frequentato infatti anche il jazz tenendosi tuttavia alla larga da qualsivoglia logica commerciale; è grazie al suo approccio nuovo nei confronti del cantautorato, infatti, che Caetano Veloso l’ha designata come una delle migliori e più influenti artiste portoghesi di tutti i tempi paragonabile, per approccio, intensità, unicità della pasta vocale, a voci quali quelle di Leonard Cohen e Tom Waits.
La sua peculiare rielaborazione del fado strizza l’orecchio, tra gli altri, ad Amália Rodrigues (senza dimenticare lo stesso Veloso e Chico Buarque), virando verso un mondo in cui poesia e canzone si confondono, talvolta anche frammentandosi in più lingue: è questo il caso dell’album “Troubadour” in cui Lula Pena ha sperimentato, oltre al portoghese, anche il francese, lo spagnolo, l’inglese. Titolo molto azzeccato, quello, per una ‘narratrice di storie’ come lei, ancorata alla radice più profonda della poesia che, come diceva Giacomo Leopardi, è ‘espressione prima dell’animo umano’.
Fisico androgino, capelli corti, molto riservata anche sul palcoscenico e nella relazione con il pubblico, Lula Pena spiega in questi termini il metodo che porta alla composizione delle sue opere: «Ogni brano proviene da un’intuizione, dalla memoria, personale o collettiva; è come se venisse da un sogno che si ripete, ricorrente. Come se si avessero gli occhi bendati e i contorni si svelassero poco a poco…». I suoi concerti sono un giusto mix fra “rituale” e terapia” e lei stessa ha affermato di recente che «suonare non è un mestiere: è un’esperienza quasi religiosa.»
Prima del concerto Simonetta Masin, studiosa presso l’Università di Padova, proporrà un’introduzione e chiave d’accesso alla letteratura portoghese attraverso Fernando Pessoa e José Saramago.
Ingresso libero e gratuito.

Informazioni
www.caligola.it
info@caligola.it
https://www.facebook.com/MiranoOltre
tel. 3403829357 – 3356101053

Share this article

 

News&Events

luglio: 2014
L M M G V S D
« giu   set »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031