EMANUELE GRAFITTI TRIO
“ZEN GARDEN”
con FAUSTO BECCALOSSI & MAURIZIO CAMARDI

Emanuele Grafitti chitarra classica e acustica
Fausto Beccalossi fisarmonica
Maurizio Camardi sax soprano e sopranino, duduk

presentazione dell’album «Zen Garden» (Caligola Records, 2014)

*

giovedì 17 aprile, ore 21.30, Padova,  Q Restaurant Lounge Bar

tel. 049.8751680 – 342.1486878; www.storiedijazz.com

venerdì 18 aprile, doppio set (ore 21.30 – 23.00), Marghera (VE), Al Vapore Bar & Musica

tel. 041.930796; www.alvapore.it

sabato 19 aprile, ore 22.00, Trieste, Café Rossetti

tel. 040.572446; www.ilrossetti.it

ll virtuoso chitarrista Emanuele Grafitti, classe 1992, ha dalla sua, nonostante la giovanissima età, un curriculum già ricco ed importante. Dopo essersi diplomato al Conservatorio Tartini di Trieste vince nel 2009 il premio Franco Russo come miglior talento emergente, e nel 2010 il concorso “Porsche Live – Giovani e Jazz”, in duo con il trombettista Daniele Raimondi, suo coetaneo e concittadino.  AlfaOmega – così si chiama il duo – pubblica nel 2012 un album per l’etichetta padovana Blue Serge, «Travellin’», che ottiene lusinghieri consensi di critica. All’inizio del 2013 esce quindi il suo primo disco da solista, «Life Colours», lavoro autoprodotto e totalmente acustico, che mette in mostra una tecnica ed un’espressività inconfondibilmente personali. Ad appena ventidue anni Emanuele Grafitti sembra quindi pronto per imporre il suo talento anche sulla scena internazionale, e la definitiva consacrazione potrebbe arrivare proprio con questo «Zen Garden», pubblicato nel marzo 2014 dalla label veneziana Caligola Records, disco di raffinata fattura in cui viene affiancato da riconosciuti protagonisti del jazz italiano come il sassofonista Maurizio Camardi, qui impegnato, oltre che al soprano e sopranino, anche al duduk, ed il fisarmonicista Fausto Beccalossi, fra i migliori specialisti europei dello strumento, da qualche anno componente stabile del gruppo di Al Di Meola. Grafitti si rivela anche eccellente compositore (sono tutti suoi i sette brani dell’album), capace di filtrare con originali creatività e lirismo gli echi delle musiche di molte parti del mondo, soprattutto dell’area mediterranea.
Questo primo breve tour del trio, che toccherà Padova, Venezia e Trieste, farà assaporare agli appassionati triveneti che lo desidereranno la naturalezza dei suoni acustici del suo jazz allo stesso tempo avvincente e raffinato.

Ascolta una preview qui:

Share this article