Comune di Venezia, Assessorato alle Attività Culturali
Centro Culturale Candiani
Caligola Circolo Culturale

“Candiani Groove”
gennaio 2014

Sabato 25 gennaio
ore 21.00

Massimo Bubola
Instantsongs

Massimo Bubola voce, chitarra acustica e armonica
Enrico Mantovani chitarra acustica, elettrica e mandolino
Piero Trevisan basso elettrico
Virginio Bellingardo batteria acustica

posto unico: intero € 10, ridotto € 7 – GaT 2,50 euro

AUDITORIUM CENTRO CULTURALE CANDIANI
Piazzale Candiani 7 – MESTRE (VENEZIA)

ACQUISTA IL BIGLIETTO

PARTECIPA ALL’EVENTO FACEBOOK

Informazioni
Centro Culturale Candiani, tel. 041.2386126, candiani.comune.venezia.it
Profilo Facebook: facebook.com/Centro.Culturale.Candiani
Caligola, cell. 340.3829357 – 335.6101053, fax 041.962205, www.caligola.it – info@caligola.it
Profilo Facebook: facebook.com/caligola.circolo ; pagina fan: facebook.com/pages/Caligola-Circolo-Culturale/198558337034

Prevendite
Circuito biglietto.it acquistabile presso la biglietteria del Centro Culturale Candiani 041.2386126
e online sui siti candiani.comune.venezia.it e www.biglietto.it. La biglietteria è aperta con il seguente orario: martedì-domenica 15.30/ 19.30 fino alle 22.00 in occasione di spettacoli. Giorno di chiusura: lunedì.

Riduzioni per possessori Candiani Card e Carta Cinemapiù, IMG Card, studenti under 25, GaT

GaT – Giovani a Teatro 2,50 www.giovaniateatro.it

“INSTANTSONGS” – MASSIMO BUBOLA
(Dalla cronaca alla ballata)
Storie di un epos contemporaneo

Lo spettacolo InstantSongs, nasce da un progetto di Massimo Bubola in collaborazione con Repubblica.it, che pubblicherà le canzoni di Bubola con cadenza mensile nelle sue pagine on line per un anno almeno.

InstantSongs è un percorso di folksongs attraverso la cronaca, la musica e la poesia, che cerca di produrre una riflessione più ampia della cronaca giornalistica. I temi trattati riguardano il nostro cammino civile e il tono etico di questo paese.

InstantSongs è un concerto-spettacolo che si caratterizza per una forte tensione morale e civile nelle liriche e nella concezione delle canzoni che prendono spunto da episodi realmente accaduti nel nostro paese nel corso dell’anno. Racconta il presente con ballate che sono “short movies”, con uno stile semplice ed efficace, legato a sonorità elettro-acustiche, scabre e potenti.

Sarà un percorso di circa venti brani interpretati da Massimo Bubola e la sua storica Eccher Band. Le canzoni saranno supportate inoltre da letture di riferimento ai fatti narrati dalle ballate. Tra le nuove ballate Hanno sparato a un angelo sull’assassinio di un giovane uomo e della piccolissima figlia, che si ispira a un episodio realmente accaduto a Roma il 4 gennaio 2012; Quante volte si può morire e vivere dedicato al caso Aldrovandi e più in generale ai casi di malapolizia come quelli di Uva e di Cucchi; Chi fermerà queste croci sul fenomeno del femminicidio, ispirata dall’assassinio di Fabiana Luzzi di Corigliano Calabro, uccisa dal fidanzato il 25 maggio e; Sopra la legge sul culto dell’illegalità nel nostro paese, a circa vent’anni da quando Bubola scrisse Don Raffaè con Fabrizio De Andrè.

Tra le già conosciute instant songs di Bubola: Don Raffaè 1990, sul rapporto tra Stato e Antistato, e Fiume Sand Creek sulle vittime civili delle guerre, scritte da Massimo Bubola e Fabrizio De Andrè; Alì Zazà 1994, sui Baby Killer napoletani; Una storia sbagliata 1991, sull’oscura fine di Pier Paolo Pasolini; Cocis 1978, sulla mala del Brenta; Tutti assolti 1994, sulle stragi che hanno insanguinato il nostro paese negli anni Ottanta; Un angelo in meno 1994, sull’aereo militare italiano che cadde sull’Istituto Tecnico “Salvemini” di Casalecchio sul Reno, uccidendo dodici ragazzi; Coda di Lupo1977, sulla metamorfosi di un pellerossa che diventa metropolitano; Tutti assolti nel ’94 sulle stragi di Piazza Fontana e Piazza della Loggia; Corvi 1997, sui signori della guerra nell’ex Jugoslavia.

Share this article

 

News&Events

gennaio: 2014
L M M G V S D
« dic   feb »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031