CANDIANI GROOVE
Ottobre – Dicembre 2013

venerdì 11 ottobre, ore 21.30
RICCARDO MORPURGO SOLO
Riccardo Morpurgo (pianoforte)
OFF THE CHARTS QUARTET
Pietro Tonolo (sax tenore e soprano), Andrea Pozza (pianoforte), Lorenzo Conte (contrabbasso), Ferenc Nemeth (batteria)
posto unico: euro 10 intero, euro 7 ridotto

domenica 20 ottobre, ore 18.00
PETER SOLO & KAKARAKO
Peter Solo (voce, chitarre, percussioni), Vicente Fritis (tastiere), ChouchouBass (basso elettrico), Nicolas Delaunay (batteria), Aymeric Kroll (percussioni)
posto unico: euro 10 intero, euro 7 ridotto

mercoledì 30 ottobre, ore 21.30
DAVE DOUGLAS QUINTET
Dave Douglas (tromba), Jon Irabagon (sax tenore), Luis Perdomo (pianoforte), Linda Oh (contrabbasso), Rudy Royston (batteria)
posto unico: euro 15 intero, euro 12 ridotto

AUDITORIUM CENTRO CULTURALE CANDIANI
Piazzale Candiani 7 – MESTRE (VENEZIA)

Informazioni
Centro Culturale Candiani, tel. 041.2386126, www.centroculturalecandiani.it
Profilo Facebook: facebook.com/Centro.Culturale.Candiani
Caligola, cell. 340.3829357 – 335.6101053, fax 041.962205, www.caligola.it - info@caligola.it
Profilo Facebook: facebook.com/caligola.circolo ; pagina fan: facebook.com/pages/Caligola-Circolo-Culturale/198558337034

Prevendite
Circuito biglietto.it acquistabile presso la biglietteria del Centro Culturale Candiani 041.2386126
e online sui siti www.centroculturalecandiani.it e www.biglietto.it

Morpurgo, Off The Charts, Peter Solo e Dave Douglas
TORNANO AFRICA E JAZZ NEL “GROOVE” DEL CANDIANI

Riprende in ottobre la rassegna concertistica del Centro Culturale Candiani con una novità: dopo quasi otto anni “Jazz Groove” diventa, a partire da questo scorcio di stagione, “Candiani Groove”, quasi a voler sottolineare con forza l’attenzione che il Candiani ha sin qui riservato non solo al jazz ma a tutte le musiche del mondo. Più che un mutamento sostanziale un cambio di titolo quindi, comunque significativo, anche se la varietà delle proposte e dei generi musicali affrontati, così come l’attenzione alle contaminazioni fra i diversi linguaggi espressivi, sono sempre state le caratteristiche peculiari della sua programmazione. Non si possono non ricordare a tal proposito il fado di Mafalda Arnoux ed il tango di Melingo, l’Africa di Dobet Gnahore, Dudu Manhenga e Baba Sissoko, l’India di Kiran Ahluwalia ed il Brasile di Joyce, solo per fare qualche nome.

Ben tre gli appuntamenti proposti nel corso del mese, due dedicati al jazz ed uno alla musica africana. Si partirà venerdì 11 con un doppio concerto. La serata sarà aperta dal piano–solo del triestino Riccardo Morpurgo, che presenterà il suo più recente disco, «Dove è il nord», terzo da leader, edito da Caligola Records nel 2013. A seguire il nuovo progetto del contrabbassista veneziano Lorenzo Conte, “Off The Charts”, forte della presenza di jazzisti del talento di Pietro Tonolo, sax tenore e soprano, Andrea Pozza, pianoforte, e Ferenc Nemeth, batteria. Le strade dei quattro jazzisti si sono più volte incrociate nel corso degli anni; questo quartetto sembra quindi non solo la naturale evoluzione di quelle esperienze, ma anche l’inizio di un nuovo affascinante viaggio espressivo. C’è molta curiosità per questo primo tour di “Off The Charts”, sia per la presenza di due fra i più sensibili e raffinati jazzisti italiani della generazione di mezzo, il sassofonista veneziano Pietro Tonolo ed il pianista genovese Andrea Pozza, che del batterista ungherese Ferenc Nemeth, attivo da oltre un decennio negli Stati Uniti, dove si è trasferito grazie ad una borsa di studio ed è oggi fra i più richiesti specialisti dello strumento, avendo collaborato con musicisti del calibro di Herbie Hancock, Wayne Shorter, Terence Blanchard e Joshua Redman.

Il primo appuntamento con l’Africa (ne seguiranno altri due, il 17 novembre ed il 15 dicembre) proporrà domenica 20 pomeriggio la contagiosa miscellanea musicale di Peter Solo, chitarrista e cantante originario del Togo, messosi in luce suonando con Miriam Makeba e Papa Wemba. Dopo aver consolidato la sua fama in patria, ed aver vissuto qualche anno a Londra, il musicista togolese si è trasferito nel 2003 in Francia, dove tuttora risiede, dando vita a “Kakarako“, gruppo che trova nella dimensione “live” la sua forma espressiva più congeniale. La consacrazione è giunta nel 2008, con l’album «Miadome», mentre l’incisione più recente, «Analog Woodoo», del 2012, certifica la sua riuscita ricetta voodoo–afro–funk, con un ritorno al suono analogico degli anni Settanta, crocevia fra James Brown e l’Orchestra Poly-Rythmo, fra El Rego ed i Doors. Una musica dal groove esplosivo che non potrà non coinvolgere gli spettatori.

Chiuderà il fitto programma di ottobre l’atteso quintetto del trombettista Dave Douglas, classe 1963, da almeno un ventennio ai vertici del jazz internazionale, sia a fianco di John Zorn che di Uri Caine. In questa nuova tournée europea presenterà il suo ultimo album, «Time Travel», accolto con estremo favore da pubblico e critica. Giunto al traguardo dei cinquant’anni, Douglas sembra aver trovato una sorta di aurea classicità, proponendo un post–bop articolato ma fluido, a tratti molto libero, sempre sorretto da solido swing e da una buona vena compositiva. Eccellente è l’“interplay” del quintetto, vera e propria “working band”, al cui interno sembra far la parte del leone l’esuberante sax tenore di Jon Irabagon. C’è sempre un sottile equilibrio fra scrittura ed improvvisazione nella sua musica, che denota grande rispetto verso i maestri del passato, da Charlie Parker a Wayne Shorter, e che conferma il trombettista del New Jersey come uno dei protagonisti più intelligenti ed originali del jazz dei nostri giorni.

CANDIANI GROOVE prosegue con

Domenica 17 Novembre, inizio ore 18.00
DEBADEMBA
Mohamed Diaby (voce), Abdoulaye Traoré (chitarre), Christian Bango (bass), Philippe Monange (keyboard), Yves William Ombe Monkama (drums)

Domenica 24 Novembre, ore 18.00
THE BAD PLUS
Ethan Iverson (pianoforte), Reid Anderson (contrabbasso), Dave King (batteria)

Domenica 15 Dicembre, ore 18.00
PEDRO KOUYATE’ & MANDINKA TRANSE ACOUSTIQUE
Pédro Kouyaté (voce, chitarre, percussioni), Florent Dupuit (sassofoni, flauto), Nelson Hamilcaro (basso elettrico), Renault Ollivier (batteria, calebasse, cori)

*

Centro Culturale Candiani

<https://maps.google.it/maps?f=q&source=s_q&hl=it&geocode=&q=auditorium+candiani+mestre&aq=&sll=41.29085,12.71216&sspn=16.433404,39.462891&vpsrc=0&ie=UTF8&hq=auditorium+candiani+mestre&hnear=&radius=15000&ll=45.536656,12.239799&spn=0.11976,0.308304&t=m&z=12&iwloc=A&cid=15772168623458268136>

come raggiungerlo, qui

Share this article

 

News&Events

agosto: 2013
L M M G V S D
« lug   set »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031