con il Patrocinio del Comune di Mirano

Caligola Circolo Culturale e Libreria Mondadori Mirano

MIRANO OLTRE (Libri & Musica) 2013

martedì 23 luglio
Calle Ghirardi
PIERPAOLO CAPOVILLA legge Pier Paolo Pasolini La religione del mio tempo
con Kole Laca (pianoforte, live electronics)

Tutti gli spettacoli ad ingresso gratuito, iniziano alle 21.15. In caso di pioggia si terranno presso il Teatro di Villa Belvedere.

Si chiude martedì 23 luglio la quinta edizione della rassegna “Mirano Oltre (Libri & Musica)”, organizzata dal Circolo Culturale Caligola di Mestre, con la collaborazione della Libreria Mondadori di Mirano e il patrocinio del Comune miranese.
Dopo l’intimo e suggestivo appuntamento con ospiti Patrizia Valduga e Daniele Di Bonaventura, il quarto evento vedrà ancora protagonista la poesia con Pierpaolo Capovilla che legge Pier Paolo Pasolini. Il suo sarà un reading sonorizzato in tre atti che comprende «Ballata delle Madri», «La religione del mio tempo» e «Una Luce», uno spettacolo che da più di un anno sta girando con successo in tutta Italia, e che lo scorso aprile è stato fortemente voluto nella programmazione del “My Festival” organizzato da Patti Smith all’Auditorium Parco della Musica di Roma. Il frontman della noise band One Dimensional Man e de Il Teatro degli Orrori porta in scena alcuni celebri testi del poeta, scrittore, saggista e cineasta friulano, affiancato in quest’occasione dal musicista dei 2Pigeons Kole Laca (pianoforte, live electronics), che eseguirà brani di Steve Reich, Scott Walker e originali, e con cui Capovilla aveva già condiviso la realizzazione di “Confessioni di un teppista”, reading sul poeta russo Sergej Esenin.
«Ballata delle Madri» e «Una Luce», sono testi in cui Pasolini si misurava con un tema a lui caro, quello dell’inesauribile amore materno, ma è ne «La religione del mio tempo», raccolta edita da Garzanti nel 1961 e dedicata ad Elsa Morante, che si legge il suo “sguardo al futuro” profetico nel mettere in evidenza la frustrazione derivata dagli effetti del neocapitalismo e dalla desistenza rivoluzionaria che l’Italia, investita dagli effetti del Boom economico, affronta tra gli anni ’50 e ’60. Seguendo il doppio binario critico di “passione e ideologia”, Pasolini traccia in queste liriche, la strada di una poesia profondamente civile.
Alberto Moravia ha definito Pasolini il più grande poeta del Secondo Novecento, dominato dal rimpianto che l’Italia non fosse più il paese che era una volta; la sua poesia, prima che ogni altra opera, parla della nostalgia della tradizione, sfaldatasi dopo la Seconda Guerra Mondiale, e della rinuncia ai valori della Resistenza a favore del più sfrenato consumismo.
Giorgio Agamben scrive che “contemporaneo è colui il quale tiene fisso lo sguardo nel suo tempo, per percepirne non le luci, ma il buio (…) che è in grado di scrivere intingendo la penna nella tenebra del presente”, e non può esservi definizione più azzeccata per suggerirci come ancora questa poesia ci parli, come sia in grado di nutrire la nostra realtà di ieri e di oggi.

Pierpaolo Capovilla nel 1996 ha fondato con Massimo Sartor il gruppo noise rock One Dimensional Man. Nel 2006 interrompe l’attività col gruppo per iniziare, assieme a Giulio Favero, che aveva fatto parte del gruppo dal 2000 al 2004, un nuovo progetto, Il Teatro degli Orrori, dove Capovilla canta in italiano. Nel 2010 riforma con Favero e Luca Bottigliero gli One Dimensional Man. Nel 2011 Capovilla compie un tour teatrale dove legge testi del poeta russo Vladimir Vladimirovič Majakovskij, accompagnato da Giulio Favero,che cura il sottofondo musicale. Il progetto è un reading musicale in due atti: Eresia socialista e Eresia dell’amore. Sempre nel 2011 fa una breve comparsa nel film I primi della lista. Nel 2012 accompagna lo scrittore e musicista torinese Matteo De Simone (cantante e bassista dei Nadàr Solo) in un tour di letture tratte dal romanzo di De Simone “Denti guasti”, con Daniele Celona. Sempre nel 2012 co-scrive e duetta con Marina Rei nel brano E mi parli di te singolo di lancio del nuovo album di inediti della cantautrice polistrumentista romana, e realizza il reading “Confessioni di un teppista” dedicato alla poesia di Sergej Esenin, con Kole Laca. Nel 2013 va in tour con i Nadar Solo, con cui ha collaborato Il Teatro degli Orrori.

Info: Caligola, info@caligola.it, fax 041.962205, tel. 3403829357 / 3356101053 – Libreria Mondadori-Alfanui Mirano, libreria@alfanui.it, tel. 0414355707

Pagina Facebook della rassegna: https://www.facebook.com/MiranoOltre

Partecipa all’evento Facebook qui: https://www.facebook.com/events/156388114550262/

 *

una bella intervista a Pierpaolo Capovilla, a proposito di questo spettacolo, si può leggere qui. Si può invece ascoltare il reading qui:

Share this article

 

News&Events

luglio: 2013
L M M G V S D
« giu   ago »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031