Musica ai Frari 2013 (settima edizione)
Caligola Circolo Culturale in collaborazione con Parrocchia dei Frari di Venezia

Venezia, Basilica dei Frari
inizio concerti ore 21.15

venerdì 21 giugno
Invenzioni a due voci
Giovanni Falzone (tromba), Francesco Bearzatti (sax tenore, clarino)

PARTECIPA ALL’EVENTO FACEBOOK: https://www.facebook.com/events/1383498985195976/

Info: Caligola 3403829357 – 3356101053, info@caligola.it ; Fucina Frari 0412728615

Biglietti, posto unico non numerato: 11 giugno, € 5 (la sera del concerto, alla cassa). Prevendite per 14 e 21 giugno, € 20 intero, € 15 ridotto (under 25).

Riduzioni per i possessori di JAZZIT card: info qui http://www.jazzit.it/jazzit-card-convenzioni.html).

Prevendite presso il circuito VivaTicket (www.vivaticket.it, call center 899.666.805), che dispone di molti punti vendita abilitati anche nell’area veneta e nazionale (elenco completo nel sito). Segnaliamo gli amici del negozio di dischi “Good Music”, in via Brenta Vecchia a Mestre, e la tabaccheria Mander in via Cappuccina.
Segnaliamo anche gli sportelli Hellovenezia: Agenzia Vela via Verdi-Mestre; Venezia-P.le Roma, Ferrovia Santa Lucia, Località Parisi, Tronchetto, Lido; Chioggia Vigo; Sottomarina; Dolo. E Uffici IAT

*

Dopo due eventi con protagonista il pianoforte, “Musica ai Frari 2013″ ritorna su territori legati “alla voce” con due strumenti a fiato che portano nella prestigiosa cornice della basilica, un progetto nuovo e suggestivo. Il 21 giugno la rassegna ospita il duo formato dai jazzisti Francesco Bearzatti al sassofono e clarino e Giovanni Falzone alla tromba, con “Invenzioni a due voci”. Il progetto, ancora inedito su disco, prende il titolo da Bach, e nasce dall’esigenza di creare un dialogo musicale paritario, in cui i due affiatati musicisti uniscono i loro ampi orizzonti espressivi, dalla classica-contemporanea al jazz, virando talvolta anche verso il rock. A Falzone spettano l’ideazione del duo e le composizioni, a entrambi lo sviluppo creativo.
Nato in Germania ma cresciuto ad Aragona (Agrigento), dal 1996 al 2004 Giovanni Falzone ha fatto parte dell’Orchestra Sinfonica di Milano, coltivando nel contempo l’interesse per il jazz, poi diventato il suo esclusivo campo d’azione. Musicista dagli ampi orizzonti espressivi, manifesta influenze provenienti dal jazz come dalla musica classico-contemporanea e dal rock, di cui si trovano tracce nell’ormai ampia discografia: dagli album incisi per la Soul Note (tra i quali «Suite For Bird» e «R-Evolution Suite») alle riletture di pagine di Jimi Hendrix e Miles Davis («Around Jimi») e di Ornette Coleman («Around Ornette»). Di più recente concepimento, non ancora disco, è un progetto orchestrale dedicato ai Led Zeppelin.
Francesco Bearzatti, nato a Pordenone, ma oggi stabile a Parigi, è un altro versatile talento la cui musica si nutre di molteplici ingredienti, in primis jazz e rock nelle loro varie declinazioni. Inizialmente attivo come componente di numerosi gruppi, si è imposto come leader di formazioni proprie, dal Bizart Trio (con i francesi Emmanuel Bex e Aldo Romano) ai Sax Pistols e al Tinissima Quartet. Con quest’ultima, tra le più pregevoli oggi in circolazione e di cui fa parte lo stesso Falzone, ha inciso gli album «Suite For Tina Modotti», «X (Suite For Malcolm)» e il nuovissimo «Monk ’n Roll».

 

Share this article