Comune di Venezia, Assessorato alle Attività Culturali
Centro Culturale Candiani
Caligola Circolo Culturale

“JAZZ GROOVE”
gennaio/marzo 2013

MARCELLO TONOLO TRIO & CHRIS CHEEK
Chris Cheek (sax tenore e soprano), Marcello Tonolo (pianoforte),
Marco Privato (contrabbasso), Jimmy Weinstein (batteria)

Giovedì 7 Marzo, ore 21.30
MESTRE (VE), Auditorium del Centro Culturale Candiani (IV° piano)

Posto unico non numerato: biglietti interi euro 10, ridotti euro 7
Riduzioni per possessori Candiani Card e Carta Cinemapiù, studenti under 25.
Prevendite: biglietti in vendita alla biglietteria del Centro Candiani (tel. 041.2386126) e on line sui siti http://www.centroculturalecandiani.it/ e www.biglietto.it (diritto di prevendita 1 euro)
Informazioni: Centro Culturale Candiani, P.le Candiani 7, Mestre (Ve), tel. 041.2386126; Caligola, Via N.Sauro 1/B, Mestre (Ve), fax 041.962205, cell. 340.3829357.

Partecipa all’evento facebook: http://www.facebook.com/events/469234426447627/

Dopo i confortanti “sold out” registrati da Omar Sosa in gennaio e Marc Ribot in febbraio (con biglietti finiti la sera prima per il pianista cubano ed addirittura a tre giorni dal concerto per il chitarrista americano), sarà di scena a “Jazz Groove 2013”, per due appuntamenti in marzo, il jazz italiano, ormai da anni ai vertici del panorama internazionale tanto che – proprio come succede nei concerti di Marcello Tonolo il 7 e di Giovanni Guidi il 24 marzo – i nostri musicisti dialogano e si confrontano alla pari con i più quotati colleghi d’oltreoceano. 
Marcello Tonolo, nato a Mirano nel 1955, ospiterà, alla testa del suo collaudato trio, il celebre sassofonista americano Chris Cheek, noto agli appassionati soprattutto per aver suonato a lungo nel gruppo di Paul Motian (dal 1994 al 2004), con cui ha registrato ben sei dischi. Tonolo è arrangiatore e compositore assai quotato, ma i successi ottenuti prima con il progetto “Music on Poetry”, quindi con la Thelonious Monk Big Band, orchestra nata all’interno dell’omonima scuola di musica, che fonda nel 1987 con Maurizio Caldura, così come la sua apprezzata attività di sideman, molto richiesto, in primis da Marco Tamburini e Giuliano Perin, hanno forse fatto passare in secondo piano il suo talento pianistico, che trova proprio nella formula del trio il contesto ideale in cui esprimersi. A dieci anni da «On the wings» (Splasch), in cui è accompagnato da Guido Torelli e Massimo Chiarella, Marcello Tonolo realizza, uno dopo l’altro, due splendidi album, in cui reinterpreta esclusivamente standard jazzistici, prima «Lazy afternoon» (Caligola 2131), poi «Second take» (Caligola 2149) – vedi le schede critiche e le copertine nella sezione “our records” del nostro sito – accompagnato in entrambi i casi dal giovane ma già solido contrabbassista Marco Privato e dal più esperto batterista americano Jimmy Weinstein, da qualche anno stabilitosi a Padova, in grado come pochi di abbinare fantasia ritmica e musicalità creativa, qualità mediate dalle non troppo lontane frequentazioni dell’avanguardia newyorkese.
Ci sono quindi tutti i presupposti perché l’aggiunta al collaudato trio del sassofonista Chris Cheek, nato a St.Louis nel 1968, rappresenti qualcosa di più che una piacevole e riuscita jam–session. Per sonorità e caratteristiche tecniche infatti i suoi sassofoni – sia il tenore che il soprano – non sembrano poi così lontani dallo stile e dalla sensibilità artistica dal pianista veneto. Giova ricordare che Cheek non è soltanto un apprezzato sideman, con alle spalle una sessantina di incisioni, ma anche un leader originale, capace di firmare, a partire dal 1997 («I wish I Knew») e fino al 2009 («Little things»), una decina di dischi a suo nome, avvalendosi per di più della preziosa collaborazione di jazzisti del calibro di Kurt Rosenwinkel e Jorge Rossy, Ethan Iverson e Mark Turner, Marc Johnson e Brad Mehldau («Blues cruise», 2005) solo per fare qualche nome.

L’8 marzo Chris Cheek terrà poi al Conservatorio di Padova un seminario, di cui trovate informazioni al sito della scuola di Musica Thelonious Monk di Mira (VE).

Il mese di marzo sarà quindi chiuso domenica 24 (si torna in pomeridiana, alle ore 18.00) dal nuovo quintetto del giovane ma già affermato pianista umbro Giovanni Guidi – da qualche tempo collaboratore stabile di Enrico Rava, che ha contribuito a lanciarlo – completato da Shane Endsley, tromba, Dan Kinzelman, sax tenore, Thomas Morgan, contrabbasso, Gerald Cleaver, batteria.

***

Ecco un’intervista fatta da Juliano Peruzy e Aisha Ruggieri di Take Five, Jazz e Dintorni-Radio Sherwood

***

Ecco dove preascoltare gli album del Marcello Tonolo Trio

credits fotografici, (c) Fabio Bertolini

Share this article

 

News&Events

febbraio: 2013
L M M G V S D
« gen   mar »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728