MUSICA A COLORI
Festival del Carnevale 2013 a Mestre

Sabato 16 febbraio | Ore 17.00 | Centro Le Grazie – via Poerio, 32, Mestre.
Concerto Blu 
Marco Ponchiroli, piano-solo

Si tratta della prima presentazione ufficiale del nuovo album Solo, questa del pianista Marco Ponchiroli, che ha attualmente pubblicato un album per la nostra etichetta Caligola Records. Un’anteprima carnacialesca in un luogo prestigioso, che conterrà tutti i colori di cui la rassegna e sopratutto la musica di Ponchiroli si forgia.

Diplomatosi nel 1989 al Conservatorio di Venezia, Marco Ponchiroli ha debuttato come leader nel 1995. L’album, «Fast Marghera», metteva già in luce le sue non comuni doti strumentali e compositive. Il pianista veneziano incide da ormai un decennio per la nostra etichetta. I primi due dischi Caligola sono duetti, e costituiscono la riuscita sintesi di altrettanto importanti e durature collaborazioni, con il sassofonista Gigi Sella («Warm up») e la cantante Enrica Bacchia («Like You»). Ponchiroli co–firma ancora nel 2007 un album Caligola insieme al pluristrumentista Bebo Baldan, qui nelle vesti di batterista («The Italian Jazz Art»), ma nello stesso periodo è soprattutto attivo protagonista di uno splendido trio paritetico con Roberto Caon, contrabbasso, e Marco Carlesso, batteria. Un vero peccato che il gruppo, subito dopo l’uscita del suo primo disco, «Slash Art 3» (2010) – nient’altro che il nome del gruppo – decida di sciogliersi. Dopo molte altre collaborazioni, e non pochi ripensamenti, Marco Ponchiroli ha finalmente  deciso di tirare le somme di quasi vent’anni di attività professionale affrontando un po’ quella che è la prova del nove per tutti i pianisti jazz, la difficile sfida del piano–solo. Punto di arrivo, ma allo stesso tempo di partenza di un nuovo percorso artistico che, ne siamo certi, gli riserverà, e non solo in Italia, grandi soddisfazioni. A lungo desiderato, profondamente meditato, «Solo» è il fedele autoritratto di un artista che si rivela qui molto più complesso e ricco di sfaccettature  di quanto prima potesse apparire. Sarà che affrontare il pianoforte in solitudine è un po’ come una seduta di psicanalisi, sarà l’effetto dello splendido Fazioli di Stefano Amerio, sarà il desiderio di mettere quanta più carne al fuoco possibile, ma qui il pianista recupera gli studi classici (Toccata, Continuo ed Elegia), un naturale trasporto lirico (Braxi e Giuliana), un certo gusto minimalista (Passage), ma anche il suo solido retroterra jazzistico (Impromptu e Misty morning, unico brano già inciso), con inaspettate aperture tristaniane (Via di fuga o Jumprovisation). Ponchiroli sorprende anche chi prima pensava di conoscerlo con un soliloquio sincero ed avvincente, regalandoci tredici bozzetti, alcuni molto brevi (forse i migliori), in cui è consigliabile tuffarsi senza preconcetti, lasciandosi trasportare dallo  scorrevole flusso musicale di un disco che si rivela pienamente solo dopo ripetuti ascolti.

foto (c) Pamela Lazzarini

***

Segnaliamo anche con piacere un altro appuntamento jazzistico che avrà luogo lo stesso giorno, nell’ambito della rassegna:

Sabato 16 febbraio | Ore 21.00 | Centro Le Grazie – Mestre.
Concerto Giallo
Francesca Bertazzo, voce, Lello Gnesutta, basso, Dario Zennaro, chitarra
Musiche di Guinga, Djavan, Edu Lobo 

Share this article

 

News&Events

febbraio: 2013
L M M G V S D
« gen   mar »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728