in collaborazione con Libreria Mondadori – Mirano
con il patrocinio del Comune di Mirano, Assessorato alla Cultura
con il contributo di Assidoge (Insurance Broker) – Mirano

MIRANO OLTRE 2012

 

Martedì 26 Giugno, ore 21.15
MIRANO (VE), Campanile del Duomo di S.Michele Arcangelo
(in caso di maltempo al Teatrino di Villa Belvedere)

ore 18.30 incontro con Roberto Ferrucci c/o la Libreria Alfanuì Mondadori di Mirano Libreria Mondadori, tel. 041.4355707, libreria@alfanui.it; Caligola, cell. 340.3829357

“Sentimenti sovversivi”
di e con ROBERTO FERRUCCI (voce recitante)

musiche a cura di
PIETRO TONOLO DUO
Pietro Tonolo (sassofoni, elettronica)
Giancarlo Bianchetti (chitarra, elettronica)
con la partecipazione di
SONIG TCHAKERIAN (violino)

Il primo appuntamento della quarta edizione di “Mirano Oltre” è sulla linea delle molte produzioni originali che hanno sin qui caratterizzato la manifestazione. Oltre a presentare spettacoli già collaudati – che mettono comunque a fuoco il tema dominante della rassegna, ovvero il rapporto fra parole e note musicali – il nostro sforzo principale è volto infatti a ricercare inedite combinazioni fra esponenti della “parola scritta” (scrittori, poeti, saggisti, filosofi….) e musicisti, di jazz ma non solo. Sono due le importanti scommesse di quest’edizione – che ci auguriamo trovino il consenso del pubblico, a Mirano sempre attento e numeroso – ed una sarà proprio la serata inaugurale di martedì 26 giugno, nella suggestiva cornice della piazza adiacente il Duomo di S.Michele Arcangelo, sotto lo storico campanile che la domina, sito utilizzato una sola volta nella precedente edizione. Ne saranno protagonisti il duo di Pietro Tonolo, forse il più rappresentativo musicista dell’area miranese, che avrà come ospite la violinista armena Sonig Tchakerian, e lo scrittore veneziano Roberto Ferrucci, che presenterà nell’occasione il suo ultimo romanzo, “Sentimenti sovvervisi” (ISBN Edizioni, 2011).

***

ROBERTO FERRUCCI

Nato a Venezia (Marghera) nel 1960, nel 1993 ha pubblicato il suo primo romanzo Terra rossa (Transeuropa), cui seguono nel 1999 Giocando a pallone sull’acqua (Premio Speciale Coni Letteratura 2000; Premio Selezione Bancarella 2000) e Andate e ritorni, scorribande a nordest (Amos 2003), racconti di viaggio in Vespa attraverso il nordest, finalista al Premio Settembrini 2004. I più recenti sono invece i romanzi Cosa Cambia (Marsilio 2007) e Sentimenti sovversivi (ISBN 2011), tradotti anche in Francia. Roberto Ferrucci è il traduttore italiano di Jean-Philippe Toussaint. Da giornalista ha collaborato con Tele Capodistria e Rai Radio3, con i quotidiani Il Gazzettino, La Nuova Venezia, L’Unità e Liberazione; attualmente scrive per il Corriere del Veneto, l’inserto La Lettura e saltuariamente per Il Fatto Quotidiano. Dal 2002 insegna Scrittura Creativa alla Facoltà di Lettere dell’Università di Padova; si occupa da sempre anche di cinema, e di recente di fotografia. www.robertoferrucci.com

*

PIETRO TONOLO DUO & Sonig Tchakerian

Pietro Tonolo e Giancarlo Bianchetti collaborano da tempo condividendo vari progetti, tra cui Dajaloo, che fonde jazz e musica africana: nel repertorio proposto, tutto originale, si fondono armoniosamente elementi provenienti dalla cultura musicale africana, europea ed afroamericana. Si aggiungerà in quest’occasione al collaudato duo la violinista armena Sonig Tchakerian, che vanta un notevole curriculum in ambito classico, e che per la prima volta si confronta con un repertorio di tipo jazzistico.

 

PIETRO TONOLO

Nato a Mirano e da tempo residente a Venezia, è uno dei più noti ed apprezzati sassofonisti di jazz europei. Ha iniziato la sua attività molto giovane, suonando in Europa e in America con le band di Gil Evans e Chet Baker. Ha inciso una novantina di dischi come sideman e come leader, ottenendo ampi successi e riconoscimenti. Ha collaborato con quasi tutti i più importanti jazzisti italiani moderni (da Franco D’Andrea a Massimo Urbani, da Enrico Rava a Rita Marcotulli, da Danilo Rea a Roberto Gatto, solo per fare qualche nome) ed europei (citiamo, fra gli altri, Aldo Romano, Tony Oxley ed Henri Texier). Ha suonato con maestri come Steve Lacy e Paul Motian (come membro della sua “Electric BeBop Band”) e collabora regolarmente con musicisti del calibro di Lee Konitz, Joe Lovano, Joe Chambers, Gil Goldstein, Ira Coleman e Steve Swallow. Non è esagerato affermare che Pietro Tonolo è uno dei jazzisti italiani che godono della più alta considerazione presso i colleghi d’oltreoceano.

 

GIANCARLO BIANCHETTI

Ferrarese, diplomato a pieni voti in chitarra classica, si é poi dedicato allo studio della chitarra jazz. Dall’inizio degli anni ‘90 svolge un’intensa attività concertistica, che l’ha  portato a suonare con musicisti del calibro di Jack Walrath, Steve Grossman, Tony Scott, Marco Tamburini, Ares Tavolazzi, Sandro Gibellini, Piero Odorici, Luciano Milanese, Pietro e Marcello Tonolo, Bobby Watson, Eliot Zigmund, solo per fare qualche nome. Collabora da circa 20 anni con la cantante Silvia Donati e con molti musicisti attivi nell’ambito della musica popolare brasiliana. Dal 1995 al 2004 ha fatto parte del gruppo del cantautore Vinicio Capossela, con cui ha registrato tre album (“Il ballo di S.Vito”, “LiveinVolvo” e “Canzoni a manovella”). Nel 2003 è entrato a far parte del quartetto di Pietro Tonolo, con Paolo Birro e Marco Micheli, e recentemente ha suonato nell’Orchestra “Egea”.

 

SONIG TCHAKERIAN

Armena, nata ad Aleppo (Siria), ha iniziato a suonare il violino molto piccola sotto la guida del padre. Trasferitasi in Italia, s’è diplomata con Giovanni Guglielmo a 16 anni, ottenendo la lode. Si è quindi perfezionata con Salvatore Accardo a Cremona, Franco Gulli a Siena e Nathan Milstein a Zurigo. Premiata nel 1980 al concorso Paganini di Genova, nel 1982 e 1988 all’ARD di Monaco di Baviera, tiene recital per violino solo od in duo con il pianoforte, duettando, fra gli altri, con Bruno Canino e Andrea Lucchesini, con cui ha eseguito l’integrale delle Sonate di Beethoven. Ha suonato come solista con la Royal Philharmonic di Londra, la Bayerischer Rundfunk di Monaco, le orchestre del Verdi di Milano, del S.Carlo di Napoli, dell’Arena di Verona, e con I Solisti Veneti. È tra i pochi violinisti in grado di eseguire dal vivo l’integrale dei “Capricci” di Paganini, che ha poi inciso nel 2003. Ha fatto parte del Trio Italiano, con il quale ha vinto nel1990 il Premio Gui di Firenze.

 

Share this article

 

News&Events

giugno: 2012
L M M G V S D
« mag   lug »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930